Ancora una maglia tricolore in bacheca che mancava ormai da troppo tempo. Giovanni Lattanzi (G.S.Studio Moda-Hair Gallery) si è laureato campione d’Italia nella categoria Master 6 vincendo in assoluto dopo una grande prova di forza precedendo Claudio Barbagli (Ciclistica Senese) e Girolamo Remondina (Breviario Bonate Sopra). Una carriera ciclistica la sua bella e intensa che gli ha portato in dote anche i titoli di Campione del Mondo e D’Europa, un grande uomo capace di passare dal podismo al ciclismo continuando ad essere uno sportivo puro. Una sensazione che gli è valsa ancora un grande riconoscimento, il tricolore sappiamo già che lo indosserà e soprattutto onorerà in ogni gara dove sarà impegnato. A Caracalla, sul circuito che ogni anno ospita il Gran Premio Liberazione Lattanzi ha trionfato e con lui il G.S.Studio Moda-Hair Gallery che ha sfiorato con Alessandro D’Andrea anche il titolo nella categoria Master 2. Il ciclista pugliese ormai marchigiano d’adozione è stato battuto solo da Emanuele Marianeschi (MC Cycling Time) dopo una grande prova che gli sarebbe valsa la riconquista della maglia di campione d’Italia. Non dimenticano neanche chi è stato sfortunato, stiamo parlando dell’altro alfiere del G.S.Studio Moda-Hair Gallery Valter Marcone. In fuga con 50” di vantaggio a 10 km dall’arrivo già pregustava il successo quando vittima di una foratura ha dovuto abbandonare il sogno.

La spedizione romana della formazione del Presidente Enzo Maglianesi però alla fine è stata proficua, la squadra torna a casa con un oro e un argento, ma soprattutto con la consapevolezza di essere ancora una volta un team altamente competitiva dove la voglia di aiutarsi va oltre lo spirito sportivo e quella di stare insieme anima non solo le gare, ma anche lo spirito d’amicizia che esiste anche al di fuori di essa.

La stagione è solo all’inizio e le maglie nero verdi sono pronte ancora a sfrecciare davanti in tutta Italia per preparare al meglio anche l’appuntamento mondiale dove sognare l’iride non costa nulla.